Con le foto giuste, la reazione di chi visualizza la tua casa potrebbe passare da un “forse…” a un “Oh, mio Dio! Non perdiamo tempo!”

Lo capisci non appena le vedi, le immagini hanno la capacità di svelarti tutto ciò che c’è da sapere. Nel bene o nel male, le foto che usi per presentare la tua dimora possono spingere una persona a contattarti o a decidere di proporre uno scambio a qualcun altro. Qui di seguito troverai alcuni consigli e astuzie da adottare per promuovere al meglio casa tua.

Pensa prima di scattare

Prima ancora di scattare una foto, pensa a ciò che vorresti mostrare. Considera quello che tu ami vedere quando cerchi un possibile scambio. Le immagini “d’obbligo” sono: camere, cucina, salotto, e bagno. Se hai una zona lavanderia, metti a disposizione la tua auto, o hai altre peculiarità da evidenziare, assicurati di includerle. Una vista spettacolare? Un giardino meraviglioso? Una grande collezione di dischi o libri? Le rispettive foto ti aiuteranno a impostare il tuo profilo. Magari potresti anche includere alcune immagini delle attrazioni del posto, a patto che non facciano passare in secondo piano quelle della tua casa.

Read More

Scopri il concetto danese di Hygge e rendi la tua casa un luogo felice!

Forse come parola vi è nuova, ma il concetto di Hygge è molto in voga. Sebbene il termine non abbia una traduzione esatta, consiste nel fare ciò che ci rende più felici. Per esempio, grazie a piccoli gesti quotidiani che ci regalano pace e benessere. Dall’ascoltare la pioggia che cade in un pomeriggio d’inverno, al tenere in mano una tazza di tè, caffè, o cioccolata calda in una gelida giornata, l’Hygge si basa sull’assaporare ogni istante. Questi semplici momenti di felicità possono diventare parte della vostra casa e, quando vi alloggerà un partner di scambio, essere condivisi con lui.

Ecco alcuni consigli per rendere la tua casa più Hygge.

Meno è meglio

La semplicità è uno degli elementi chiave del decor Hygge. Riordina e opta per soluzioni lineari, mantenendo gli elementi che ami e che ti rendono felice. Evita di tenere cose che non ti serviranno più, e concentrati su quelle importanti, creando un ambiente che emana tranquillità.

La luce come protagonista

Se hai dei dubbi, scegli la luce naturale. È uno dei motivi principali per cui le case danesi hanno finestre molto grandi. Lascia entrare la luce utilizzando tende dai colori tenui o semitrasparenti. Oppure, adotta la nuova filosofia e imita i nordici rinunciandovi completamente!

La sera, luci soffuse, come quelle delle candele, rendono l’atmosfera accogliente e confortevole. Cosa c’è di meglio di lunghe chiacchierate a lume di candela?

Opta per i colori soft

È vero, a volte potrebbe sembrare sterile, ma il bianco è il colore ideale per rendere più spazioso l’ambiente. Se per te è troppo anonimo, opta per il grigio chiaro e il beige che conferiranno un senso di calma e tranquillità. Inoltre, le tonalità soft aiuteranno a riflettere la luce e a rendere più accogliente una stanza.

Utilizza elementi naturali

Accogli Madre Natura in casa collocando delle piante in una stanza. Fiori e foglie aggiungeranno un tocco di felicità e renderanno la tua casa più “viva”. Anche il legno, elemento fondamentale del design Hygge, è ideale, in quanto conferisce un senso di stabilità.

Coltiva la passione per i libri

Le storie sanno catturare i lettori, pertanto i libri sono d’obbligo. Sia su una libreria, sia su un tavolino, circondarsi di storie è il modo migliore per accogliere il mondo nella tua casa. Potresti addirittura suggerire al tuo partner di scambio di portare con sé il suo libro preferito. Non sarebbe straordinario realizzare una biblioteca con i titoli scoperti grazie a vari scambi?

Comfort a gogo

Quando il clima si fa più rigido, un ambiente caldo e accogliente è l’ideale per rilassarsi e sentirsi a proprio agio. Dal fuoco nel camino, a coperte e maglioni caldi, al bollitore per preparare bevande fumanti. Una gamma di tè o caffè selezionati sarà il dono di benvenuto perfetto per il tuo partner di scambio. Con piccoli dettagli come questi, dimostrerai di tenere ai tuoi ospiti e di volerli far sentire come a casa.

Crea angoli relax

Dove è possibile, crea delle nicchie per il relax. Un angolo lettura, uno spazio per la meditazione, oppure una vasca da bagno invitante. Realizzando queste aree, ti ricaricherai e ispirerai anche il tuo partner di scambio a fare lo stesso. La poltrona perfetta su cui rannicchiarsi con un libro? Potrebbe attirare i tuoi ospiti e regalargli la medesima esperienza rilassante.

L’importanza dei dettagli

È vero, abbiamo detto che “meno è meglio”, ma non dimenticare di conferire una certa personalità alla tua casa. Aiutati con comodi cuscini sul divano, foto e souvenir sugli scaffali, candele profumate, o poltrone accoglienti a cui sarà difficile resistere. Accompagnata da un messaggio di benvenuto, la tua dimora felice sarà il luogo ideale in cui un partner di scambio si sentirà Hygge non appena vi entrerà.

Ci auguriamo che questi consigli ti aiuteranno a rendere la tua casa un luogo felice, e a regalarti un senso di tranquillità, in viaggio e non, da qui alla fine dell’anno.

 

 

Sembra pazzesco, ma le feste sono alle porte. Hai già organizzato degli scambi per la fine dell’anno? Non attendere il 2019 per vivere una vacanza incredibile: lasciati ispirare dalle destinazioni che ti proponiamo e inizia ad organizzarti.

Australia e Nuova Zelanda

Sii fra i primi a festeggiare l’anno nuovo e dirigiti in Australia. Sia che sceglierai la movimentata Sydney o la bellissima Auckland, sia che trascorrerai il Capodanno altrove per poi raggiungere la Gold Coast, un viaggio in Australia saprà soddisfare ogni esigenza. Prepara il costume e vai in spiaggia, esplora le aree rurali, o scopri le deliziose bevande prodotte nelle aziende vinicole locali. Non vivrai un “Bianco Natale”, ma farai di certo una vacanza indimenticabile.

Esplora l’Australia e la Nuova Zelanda

Read More

Hai già cominciato a pianificare la tua prossima vacanza? Potresti avervi appena fatto ritorno, o essere in attesa delle feste (brevi o lunghe che siano) per organizzare quel viaggio tanto desiderato che ti farà sfuggire alla routine.

Qualunque siano i tuoi impegni (e ovunque ti trovi), mancano pochi mesi alle feste. Il che significa: decorazioni, celebrazioni e mercatini. È il momento migliore per andare a divertirsi!

Indipendentemente dai tuoi programmi, vogliamo aiutarti a vivere al meglio la tua prossima vacanza.

Read More


Se si potesse tornare indietro nel tempo e dire a mio marito che un giorno avremmo dormito regolarmente nel letto di qualche sconosciuto per viaggiare senza spendere troppo, probabilmente saremmo entrambi scoppiati a ridere. Che fesseria! Dormire nel letto di estranei, alloggiare presso sconosciuti e, come se non bastasse, lasciare che questi ultimi dormano nel NOSTRO letto, a casa NOSTRA. Una follia. Allo stato puro.


Invece non vi è nulla di folle, in quanto tutto verte proprio intorno all’aspetto umano di questa scelta di viaggio. Senza umanità, un po’ di compassione e tanta fiducia reciproca, gli scambi di casa non sarebbero possibili, e dormire nel letto di estranei non farebbe regolarmente parte della nostra vita. Di recente abbiamo fatto ritorno da un road trip di 23 giorni nel Nord Est degli Stati Uniti. Grazie all’ospitalità di alcuni amici con una camera in più, a Airbnb, a soggiorni premio in hotel, e a quattro tipi di scambio di casa, abbiamo pagato soltanto per 4 delle 23 notti di viaggio, impresa impossibile se non avessimo potuto contare su di una buona dose di umanità, e sulla fantastica comunità di ScambioCasa.com.

I quattro tipi di scambio

Ci sono quattro tipi di scambio principali che si possono pianificare tramite il sito ScambioCasa.com: simultanei, non simultanei, di ospitalità, e non reciproci (con palloncino). Con uno scambio simultaneo, scambi casa con un altro socio contemporaneamente e per lo stesso numero di giorni. Con uno scambio non simultaneo, tu e il partner di scambio potrete essere ospiti in momenti diversi e per periodi di durata differente. Lo scambio di ospitalità è simile all’alloggiare presso amici che non hai mai conosciuto. Infine, uno scambio singolo non reciproco può avvenire grazie al programma Passport, dove potrai ottenere un palloncino se ospiterai qualcuno, o utilizzare un palloncino per essere ospitato.

Mentre pianificavo il nostro road trip dei sogni, mi resi conto di quanto sarebbe stato costoso affidarsi a Airbnb in ogni singola città, pertanto avremmo dovuto assolutamente puntare su ScambioCasa, altrimenti il viaggio non si sarebbe fatto. Sarebbe stato necessario accorciarlo, oppure modificare l’itinerario. Io non ero disposta a ridurlo nemmeno di un giorno. Se fossimo andati a trovare un amico in Vermont, non avremmo potuto rinunciare al Maine, e se fossimo andati in Maine, sarebbe valsa la pena recarsi in Canada e, una volta in Canada, non poteva mancare lo spettacolo delle cascate del Niagara.

Così, stilai una lista di possibili partner di scambio e comincia a inviare messaggi.

Prima di questo viaggio, avevamo intrapreso ognuno degli scambi sopra citati, ad eccezione di quello di ospitalità. L’idea di essere ospitati da estranei ci faceva un po’ paura, soprattutto a me: ho bisogno della mia privacy e sono molto ansiosa. Tuttavia, se avessimo accettato questa soluzione, avremmo sicuramente avuto ulteriori opzioni, e avremmo potuto conoscere delle persone interessanti. Dopo tutto, sono proprio le persone che raccontano la storia di un luogo. Accogliere degli sconosciuti nell’ambito di uno scambio di ospitalità non ci preoccupa affatto, in quanto abbiamo delle stanze per gli ospiti e amiamo dare loro il benvenuto nella nostra città. Pertanto, una volta accettata l’idea di alloggiare a casa di estranei, le nostre possibilità si sono ampliate.

Pianificare quattro scambi

Cominciai a inviare messaggi verso la fine deI 2017. Sebbene il viaggio non si sarebbe svolto prima di maggio/giugno 2018, per organizzare uno scambio di casa bisogna solitamente muoversi con anticipo. È necessario essere flessibili con le date. Non è come prenotare una camera d’albergo o selezionare un periodo preciso su Airbnb. Devi interagire con un’altra persona, proporle un’idea, negoziare i termini e i giorni, elaborare i dettagli. È questo l’aspetto umano. Gli scambi di casa non fanno per tutti, ma se apprezzi la possibilità di conoscere gente da ogni parte del mondo, se desideri vivere come uno del posto, se sei flessibile con le date, ti fidi del prossimo e sei disposto a provare qualcosa di nuovo, allora verrai ricompensato.

Ci vollero diversi mesi di messaggi e proposte prima di ottenere il primo SÌ. Dozzine di messaggi vennero scartati. Alcuni non ricevettero risposta. Qualcuno mi disse “forse”. Soltanto quando R & M da Washington DC mi scrissero, le cose iniziarono a cambiare. Il tempismo si rivelò perfetto, in quanto erano sulla mia lista di persone a cui scrivere, ma lo fecero per primi. Desideravano effettuare uno scambio nel weekend durante l’estate. Noi volevamo cominciare il viaggio con una prima tappa a DC, pertanto gli proposi il weekend di Memorial Day, offrendogli addirittura la possibilità di alloggiare da noi più del previsto, dato che ci saremmo assentati a lungo. Organizzammo uno scambio simultaneo, compilammo l’accordo ufficiale, e così la data di inizio della nostra vacanza venne pianificata, insieme alla prima sistemazione!

Alcuni dei forse non ebbero esito positivo a causa della tempistica e delle date. Non riuscii a trovare altri scambi simultanei, ma l’estate precedente avevamo ottenuto un palloncino dopo aver ospitato una famiglia texana mentre eravamo da alcuni parenti per tre settimane. Pertanto, utilizzammo il palloncino per aggiudicarci un appartamento in centro a Portland. La coppia con cui facemmo scambio era la prima della mia lista di Portland, e fu una grande emozione quando mi disse di sì. Si sarebbe presa cura dell’appartamento e del gatto di amici che vivevano nello stesso palazzo, quindi avrebbe potuto lasciar libera la propria casa quando sarebbe servita a noi. Stabilimmo le date, compilammo il modulo per uno scambio non reciproco con palloncino, e l’organizzazione del viaggio proseguì! Facilissimo.

Ricevemmo un altro forse, a Toronto, per uno scambio di ospitalità con S e il suo gatto Max. Mentre pianificavamo il tutto, lei mi informò che avremmo potuto avere la casa a completa disposizione, poiché viaggiava molto, e fu proprio così. Non la incontrammo mai (ma conoscemmo la sua simpaticissima donna delle pulizie). Il giorno che deciderà di venire a Nashville, potrebbe ritrovarsi nella stessa situazione se saremo fuori città, ma ci auguriamo di incontrarla presto di persona.

Il primo giorno di viaggio, mentre trascorrevamo la notte da amici nel Tennessee orientale, ricevemmo una richiesta di scambio last-minute da una coppia in Florida. Lo scambio che aveva organizzato in vista del CMA Fest di Nashville era saltato, pertanto cercava disperatamente un altro posto dove alloggiare. Fortunatamente, fummo in grado di accettare e ospitarla, poiché saremmo stati fuori città e gli ospiti di DC se ne sarebbero già andati. La coppia della Florida aveva un secondo appartamento che affittava e scambiava; ci offrì di alloggiarvi quando volevamo, perciò organizzammo uno scambio non-simultaneo, decisi a recarci a Cape Canaveral nei primi mesi del 2018. In inverno siamo sempre alla ricerca di mete di vacanza dove poter concederci una piccola pausa dal lavoro. Meglio di così!

Com’è andata?

Siamo rientrati dal nostro viaggio da un paio di settimane, e ci stiamo riprendendo dall’aver sempre mangiato fuori per quasi un mese, felici di poter fare le coccole ai nostri gatti, nel nostro letto. Ma il viaggio è andato decisamente BENISSIMO. Non avremmo potuto desiderare di meglio.

La coppia di DC ci aveva lasciato istruzioni dettagliate ed è rimasta in contatto con noi per tutta la durata dello scambio. Non ha avuto problemi mentre soggiornava da noi, e quando mia mamma è andata a dare un’occhiata e a pulire dopo la partenza, ha riferito che tutto era in ordine e che ci aveva addirittura lasciato dei fiori. 🙂 Noi abbiamo conosciuto i padroni di casa a Portland, e ci siamo raccontati alcune storie di viaggio. Sono stati davvero premurosi: ci hanno lasciato della crema solare, del vino e delle magliette del posto. Pur non avendo incontrato chi ci ha accolto a Toronto, ci ha fatto molto piacere prenderci cura del gatto di casa, e usufruire della bellissima doccia che c’era, nonché goderci la privacy e la tranquillità della dimora e del suo giardino. Adesso, non ci resta che ospitare S da Toronto per completare lo scambio di ospitalità, e recarci a Cape Canaveral grazie allo scambio non simultaneo.

Dopo il soggiorno delle due coppie a casa nostra, mia madre ha fatto un sopralluogo per pulire e cambiare le lenzuola. Tuttavia, gli ospiti si sono presi talmente tanta cura della nostra dimora, che c’era ben poco da sistemare. Addirittura, la seconda coppia diretta al CMA Fest si era portata delle lenzuola da casa per via di un problema di sensibilità della pelle, e non abbiamo dovuto nemmeno prepararle il letto. Una volta rientrati, tutto era pulito come lo avevamo lasciato (o forse anche di più?).

L’aspetto umano dell’esperienza

When we travel, we love talking to people everywhere we go, whether it’s sitting in the back of a Lyft asking how the driver came to live in there, or picking the brains of bartenders for the best meals in the area. The idea of home exchange definitely requires overcoming an initial hurdle of changing your mindset. But once you cross that bridge, opening your mind and heart to other people, you suddenly have a world of new opportunities in front of you.

Quando viaggiamo, amiamo parlare con le persone che incontriamo strada facendo, sia con il taxista a cui chiediamo come si sia trasferito in quella città, sia con i baristi da cui ci facciamo consigliare i migliori ristoranti del posto. Fare scambio di casa comporta indubbiamente l’accettazione di una nuova mentalità. Quando saremo pronti ad accogliere nella propria vita altre persone, ci ritroveremo dinanzi a tantissime nuove opportunità.

Se vivere come uno del posto per te è importante, e se utilizzi già con piacere Airbnb, allora ScambioCasa è il passo successivo. Avrai la possibilità di vivere in un quartiere residenziale invece che in mezzo a tanti hotel. Godrai della privacy e dell’intimità di una casa. Se hai dimenticato un prodotto da bagno e desideri una tazza di tè, molto probabilmente troverai ciò che ti serve presso chi ti accoglie. (Infatti, io adoro provare i prodotti che trovo nelle dimore di un partner di scambio o di Airbnb). Solitamente, ci sono foto di famiglia da ammirare, riviste da sfogliare, artefatti da osservare — e moltissime idee di arredamento. Spesso ci sono delle piante e tanti libri, dettagli che rendono una casa accogliente. A volte, c’è addirittura un gatto! Tra l’altro, nel caso non fosse chiaro, ScambioCasa è gratuito (ad eccezione dell’iscrizione annuale al
sito), rendendo il costo di un viaggio più accessibile.

Ma la parte migliore, almeno per noi, è che ScambioCasa conferisce un tocco umano tpiù intimo e personale che spesso non si riscontra, o viene trascurato. Ci sentiamo sopraffatti ogni volta che ci apprestiamo a viaggiare, fra itinerari e programmi da seguire, dimensioni e regole da rispettare quando si preparano i bagagli da spedire in aereo. Ci lasciamo consumare dalle cose da fare, da vedere, da mangiare, dalla foto d’obbligo dei murales per strada e delle pietanze da postare su Instagram. È facile dimenticare l’aspetto umano di un’esperienza di viaggio. È facile scordarsi che le persone rappresentano questo mondo, e che una vacanza non si misura in base a quante cose si riescono a fare o a quanti like riceve una foto.

Un viaggio, fatto come si deve, sta nel vivere i dettagli di un luogo, assaporarne la cultura, esplorare le strade meno battute e conoscere gli abitanti del posto, nonché nell’apprendere un tipo di vita diverso dal nostro. Un viaggio, nella sua forma più semplice e pura, ci trasmette empatia, amplia le nostre vedute, apre il nostro cuore, e ci permette di legare con altre persone. Per noi, ScambioCasa è il mezzo con cui realizzare tutto ciò: grazie ad esso siamo in grado di visitare tantissime mete spendendo meno e impariamo a fidarci dei nostri simili.

Biografia dell’autrice:

Ashley è una donna intraprendente, amante della musica e dello yoga, con un lavoro da remoto. Grande amante dei suoi gatti, ha iniziato a fare scambio di casa nel 2015. Cresciuta in una famiglia con la passione per i viaggi, ha visitato oltre 20 paesi e ben più di 40 stati, effettuando anche un anno di studio a Parigi e uno scambio di casa di un mese in Olanda. Ispirata dal diario di viaggio scritto a macchina da sua nonna, ha cominciato a stilare un blog dei suoi “vagabondaggi” nel 2015, NoPlaceLikeAnywhere.com. Di giorno, è COO e Direttore Creativo della Security Awareness Company. Ashley vive a Nashville con suo marito e tre gatti, e ama scoprire nuovi ristoranti, studiare lingue straniere, e guardare programmi su Netflix, nonché leggere libri. Potrai seguirla su Instagram digitando @aschwartau e su Twitter cercando @ashleyschwartau